Le parole che seguono sono apparse quest’oggi su facebook e sono opera del Sindaco di Naso, Avv. Daniele Letizia, che ha voluto rispondere così al commento una cittadina nasitana che ringraziava tutta l’amministrazione comunale per aver accelerato la riapertura della strada di collegamento Naso-Ponte Naso. Abbiamo deciso di pubblicare integralmente il commento considerato l’alto tasso di condivisione e di commenti positivi che questo sta suscitando, a dimostrazione del fatto, ancora una volta, che i cittadini di Naso sono vicini alla propria amministrazione e capiscono anche i momenti di difficoltà che l’amministrazione di un Comune come Naso inevitabilmente si trova ad affrontare.

Chi mi conosce sa che non sono abituato ad intervenire sui social, perchè sono dell’avviso che questi strumenti rispondono ad esigenze solo in parte sovrapponibili a quelle reali. Dal mio punto di vista, la vita di “cittadino digitale” (soprattutto per un sindaco) non può sostituire né tanto meno prescindere dalla cura e dall’interazione diretta con i cittadini, non può essere filtrata da un blog o da un social network. Ma in questo caso la tentazione è più forte di me, quindi, voglio approfittare dell’ospitalità del tuo profilo, per esprimerti tutto il mio apprezzamento per le belle parole che mi hai riservato, ma colgo inoltre l’occasione per depositare qui una pubblica confessione.

L’anno appena trascorso (amministrativamente parlando) è stato quello più difficile che sino ad oggi ho dovuto affrontare, a causa dei tanti problemi che contemporaneamente si sono presentati. Inutile elencarli tutti perché la lista sarebbe troppo lunga, molti dei quali non sono stati neppure percepiti dalla comunità, grazie al tempestivo e quotidiano impegno di chi è preposto alla risoluzione delle problematiche. Alla fine però è sempre la somma che fa il totale… e ad un certo punto ho sentito tutto il peso sulle mie spalle.

La sensazione è stata quella di un fuggi fuggi generale! All’improvviso mi è parso quasi di essere rimasto da solo con la mia squadra di assessori e consiglieri a lottare strenuamente per la difesa degli interessi comuni, mentre tutti gli altri, dopo averci delegato ed affidato il delicato compito di amministrare il Paese si fossero dileguati e fatti da parte, in attesa di avere un capro espiatorio su cui riversare tutte le colpe o la responsabilità. Da cittadino sono proprio io il primo che ogni giorno mi arrabbio per tutto quello che vorrei fare e sistemare, ma che purtroppo molto spesso non si riesce a risolvere, non di certo per negligenza o disinteresse, bensì per altre motivazioni che prescindono dai miei poteri e dalle mie possibilità, perché legate molto spesso ad altre sfere di competenza o perché peggio ancora sottoposte a rigidi formalismi procedurali che inesorabilmente ti rubano il tempo a disposizione.

Tuttavia, non mi sono mai lasciato sopraffare dalla rassegnazione, ho continuato a lavorare in silenzio, con la consapevolezza che alla lunga il tempo è sempre galantuomo e ti ripaga per i sacrifici fatti. Non mi sono mai tirato indietro, se c’erano da prendersi delle responsabilità l’ho sempre fatto senza mai esitare neanche un attimo. Anzi… se avessi ascoltato qualcuno, non avremmo riaperto neanche questa strada. Mi suggerivano di pensare a me ed alla mia famiglia, di evitare di prendermi eccessive responsabilità. Non me ne frega nulla!!!

Quando una cosa deve essere fatta perché è giusto farla, allora bisogna avere il coraggio di guardare oltre e non essere egoisti. Almeno io sono fatto così!!! Se qualcuno oggi mi chiedesse se sono felice per la riapertura della strada Naso-Ponte Naso, risponderei che ho fatto semplicemente quello che ho sentito il dovere di fare principalmente per le famiglie che vivono in quella località che, con grande spirito di sacrificio e compostezza hanno aspettato sino ad oggi, sopportando disagi neanche lontanamente immaginabili. Per il resto dei cittadini di Naso mi sentirò realmente felice e soddisfatto solo quando avrò risolto definitivamente il problema!!! Ancora c’è parecchio lavoro da fare. Alle volte una parola di conforto, uno sguardo che lasci intendere solidarietà e vicinanza, possono aiutare più di mille azioni.

Io sono sempre stato una persona umile e con i piedi per terra, non mi sono mai sentito un “supereroe”, quindi, sentire la propria gente vicina e percepire il vostro affetto, la vostra stima, mi riempie di gioia e mi restituisce tutta quella forza di cui sentivo il bisogno proprio in momenti difficili come quelli che ho vissuto durante l’ultimo anno. Per questo dico grazie, per questo ho voluto lasciami andare a questa lunga confessione emotiva, per questo vi chiedo di continuare a stare vicino a me ed all’amministrazione. Non fateci mai mancare il vostro prezioso sostegno morale. Può sembrare poco, ma non lo è affatto!!! Diversamente la sfida sarebbe improponibile e difficile da affrontare. Possiamo ancora, tutti insieme, prenderci tante belle soddisfazioni e raggiungere risultati straordinari per il nostro amato PAESE. Amici cittadini di Naso restiamo uniti e continuiamo a lottare tutti insieme. Sono io che devo ringraziare VOI!!! GRAZIE.

Daniele Letizia

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

uno × quattro =