La Città di Naso apre le porte alla visita dei suoi tesori con una nuova offerta turistica

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Grande risalto sull’edizione odierna del “Giornale di Sicilia”, all’interno della sezione dedicata alla cronaca di Messina, per le iniziative poste in essere dall’amministrazione comunale della Città di Naso al fine di promuovere l’immagine del paese e del suo immenso patrimonio artistico. Di seguito un estratto dell’articolo realizzato dalla giornalista Eleonora Iannelli.

A Naso il Comune, a braccetto con la Diocesi di Patti, scommette sul Turismo. E potenzia gli itinerari di arte, storia e devozione popolare, incentrati sulla figura di San Cono Abate. Museo, catacombe e antiche chiese sempre aperti, con ingressi gratuiti e guide a disposizione dei singoli visitatori o devi gruppi organizzati.

Il primo passo della giunta guidata dal Sindaco Daniele Letizia è stato quello di un corso di formazione dei dipendenti, poi il restyling del sito web del Comune, arricchito con informazioni su storia, arte e tradizioni, numeri utili e percorsi proposti ai turisti.

Infine, l’accordo con le parrocchie e la Diocesi, per garantire la gestione di alcuni luoghi d’interesse, con custodi presenti tutti i giorni, domeniche comprese. Dopo i turisti estivi, adesso, per l’autunno, fioccano già le prenotazioni da parte di gruppi e comitive.

“D’estate – riferisce Antonio Campana dell’Ufficio Turistico Comunale – abbiamo registrato centinaia di presenze da Palermo, Catania e da nasitani emigrati, che ogni anno rientrano portando anche parenti ed amici. In autunno, invece, arrivano i gruppi di anziani, su iniziativa di associazioni o delle parrocchie siciliane, e le scolaresche. Ammirano le opere architettoniche e artistiche, ma sono anche affascinati dalla storia del nostro Santo Patrono, San Cono Abate”.

L’Amministrazione Comunale di Naso ha inoltre potenziato la segnaletica stradale, per meglio indirizzare i turisti: seguendo i cartelli, si può partire con il tour autonomo o richiedere una guida comunale.

Potrebbero piacerti anche Altro dall'autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi